ATTENZIONE: su richiesta dei partecipanti stiamo attivando il secondo modulo che prosegue con altri 5 incontri dal lunedì 3 dicembre 2018. Confermare la propria iscrizione entro il 26 novembre.

Le vite di Giorgio Vasari, nelle due edizioni del 1550 e del 1568, possono essere considerate la prima storia dell’arte italiana ideata per biografie. Lo scrittore aretino, attraverso pagine ricche di informazioni, aneddoti e gustosi retroscena, invita il lettore a ripercorrere le vite di artisti sommi e universalmente noti, ma anche di personaggi talora dimenticati, anche attraverso le opere a noi pervenute, sempre contestualizzandoli nella storia e nella cultura a loro contemporanea. Quindi lo studio dell’artista presentato da Vasari introdurrà all’epoca in cui l’artista è vissuto ed è stato influenzato: dal mirabile Leonardo al divino Michelangelo, dall’animoso Benvenuto Cellini agli stravaganti Pontormo e Rosso Fiorentino, dal raffinato Sandro Botticelli al carnale Filippo Lippi, dal maestro della pittura moderna, Giotto, al suo maestro Cimabue, da Masaccio a Masolino.

orfanello-rileggendo-le-vite-del-vasari-1

DOCENTI:

TERESA ORFANELLO

laureata in archeologia e storia dell’arte greca e romana con tesi iconografica. Ha successivamente conseguito varie specializzazioni perfezionandosi in restauro del giardino storico. Ha pubblicato oltre 100 articoli su varie riviste specializzate, oltre a numerosi saggi sulla storia di Firenze e dei Medici.

INFORMAZIONI SUL CORSO

  • durata del corso: 5 incontri + 5 incontri
  • periodo svolgimento: 29 ott, 5-12-19-26 nov + 3-10-17 dic, 14-21 gen 2019
  • giorno della settimana: lunedì 17.00-19.00
  • sede di svolgimento: Fabbrica dei Saperi Aula Magna, P.zza Matteotti, 31
  • numero massimo iscrizioni: nessun limite
  • costo: 50.00€ a modulo

PROGRAMMA INCONTRI

  1. Cimabue e Giotto. alle origini della pittura moderna
  2. Arnolfo di Cambio: il grande architetto che rivoluzionò la scultura
  3. Masaccio e Masolino. “e la pittura toccò le cose”
  4. Leonardo Da Vinci artista “mirabile e celeste”. La vita e le opere del genio.
  5. Sandro Botticelli e Filippo Lippi: due artisti alla corte di Lorenzo il Magnifico.
Prodotti correlati
Contattaci

La Libera Università di Scandicci risponde all’idea di una “città che apprende”, di una comunità che partecipa attivamente alla vita culturale e considera la formazione continua la chiave del proprio sviluppo.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca